No ad elezioni anticipate, questo il risultato del sondaggio condotto da Index Research il 24 maggio e trasmesso giovedì nel corso della puntata di Piazza Pulita condotto da Corrado Formigli.

Il responso è quanto mai chiaro, per il 54,6% del campione, composto da 800 interviste sul territorio nazionale, le elezioni politiche dovranno tenersi alla scadenza naturale nel 2018, il 33,6% vorrebbe votare ad ottobre prossimo.

La paura di un attentato terroristico in Italia, dopo quanto accaduto a Manchester torna ad essere sentita, a febbraio 2017 era al 59%, dopo l’attentato in Gran Bretagna, è salita al 72%

Nonostante la paura, il 42,6% del campione ritiene inutile chiudere le frontiere, il 27,4% vorrebbe chiudere le frontiere europee e lasciare la libera circolazione al suo interno, ed il 17,1% chiuderebbe le frontiere del nostro Paese.

Nelle intenzioni di voto ancora una volta si conferma il Movimento 5 Stelle in vetta tra i partiti con il 29,2% in continuo saliscendi rispetto alle rilevazioni precedenti.

Il Partito Democratico al 26,6%, seguito da Forza Italia 13,5%, e Lega Nord al 12,7%

Alla domanda: “Secondo Lei i partiti dovrebbero dire prima delle elezioni con chi intendono allearsi dopo il voto?” il 63,6% ha risposto affermativamente, il 25,6% non ritiene che i partiti debbano comunicare prima delle elezioni con chi intendano allearsi.

Condividi:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page