Primo appuntamento del 2017 con i sondaggi di IndexResearch per Piazza Pulita, e alla luce degli ultimi sviluppi che hanno visto le dimissioni di Matteo Renzi e la nomina di Paolo Gentiloni alla guida del governo, è doveroso chiedersi se si dovrebbe andare ad elezioni anticipate a giugno o ottobre, oppure votare a scadenza della legislatura nel 2018.

Ai 1000 intervistati sul territorio nazionale il quesito posto ha evidenziato che per il 51,5% si dovrebbe essere chiamati alle urne entro giugno 2017, per il 24,8% la chiamata elettorale dovrebbe essere definita entro ottobre e solo il 12,6% ritiene che si dovrebbe votare a fine legislatura nel 2018.

Ma veniamo alle intenzioni di voto, vi è un testa a testa tra il Partito Democratico che guadagna un punto rispetto all’ultima rilevazione del 2016 e che si attesta al 29,5% ed il partito di Grillo rilevato al 29,2%.

La Lega Nord al 13,2% stabile rispetto al dato precedente, così come stazionario è Forza Italia quotata al 12%.

Resta alta la percentuale del non voto che sfiora il 40%

Condividi:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page